Spazi infiniti del Kirghizistan

Viaggi all'estero
Grandezza Carattere

Dal 9 al 19 giugno 2018 - I panorami sconfinati dell’Asia Centrale, un angolo di mondo famoso per le montagne ed i vasti pascoli, in un viaggio per scoprire un luogo ricchissimo di bellezze naturali, lungo la Via della Seta.

Associazione DLF Perugia presenta un viaggio in Kirghizistan (partenza da Roma) per conoscere un paese non presente sugli itinerari turistici più diffusi, ma in grado di offrire degli spettacoli naturali unici, tra Russia e Cina, in quel vasto angolo di mondo noto come Asia Centrale che fu al centro dei commerci tra Europa ed Estremo Oriente nei secoli passati, la famosa Via della Seta, e che nel Novecento è stata la propaggine meridionale dell’Unione Sovietica.

Catena montuosa del Tien Shan

La catena montuosa del Tien Shan e l’altopiano del Pamir sono i suoi monumenti geografici, con le vette del primo che lo separano da Cina e Kazakistan e le pianure d’alta quota del secondo che lo uniscono al Tagikistan.

PROGRAMMA DI VIAGGIO

1° giorno, sabato 9 giugno: ROMA - BISHKEK
Ritrovo all’aeroporto di Roma Fiumicino, operazioni di imbarco e volo per Bishkek, con scalo intermedio. La città è capitale e più importante centro economico e culturale del Kirghizistan.

2° giorno, 10 giugno: BISHKEK
All'arrivo trasferimento in città e sistemazione in hotel. Dopo un breve riposo, pranzo in una caffetteria tradizionale e poi visita della città: il monumento di Manas, il principale eroe nazionale del paese, escursione a piedi di Piazza Ala Too, la statua dedicata a Kurmanzhan Datka, eroina nazionale vissuta nell’Ottocento, per finire in Piazza Vecchia dove si trova il Parlamento nazionale.

Kirghizistan, Bishkek

3° giorno, 11 giugno: PARCO NATURALE NAZIONALE DI ALA ARCHA
Trasferimento in auto al Parco Naturale Nazionale di Ala Archa, situato in una pittoresca gola a 40 km dalla capitale. Sulla strada per il parco fermata al tradizionale cimitero Kirghizistan; escursione al Gumbez (mausoleo) di Baitik Baatyr, il famoso leader tribale locale. Si può percorrere la gola dell'Ak Sai per godere di viste sulle magnifiche vette del Kirgiz Alatau Ridge (Tien Shan Mountains). È possibile raggiungere la cascata Ak Sai, se l’itinerario di trekking risultasse impegnativo, si può facilmente fare un'escursione lungo il fiume di montagna nella gola principale di Ala Archa. Pranzo pic-nic con barbecue. Pernottamento in hotel.

4° giorno, 12 giugno: BISHKEK - ISSYK KUL LAKE
Al mattino un'ora di macchina per Burana Tower, il vecchio minareto vicino a Tokmok, a circa 75 km da Bishkek. Il minareto fu costruito nella città di Balasagun; una delle capitali dello stato Karakhanid che esisteva nel XI secolo d.C. Visita alle rovine dell’importante punto di commercio sulla Grande Strada della Seta e visita un piccolo museo locale che racconta quella civiltà. Visita ad una serie di tombe antiche turche.
Durante la giornata sarà possibile, per chi ne ha interesse, si può assistere ad una festa di giochi nazionali a cavallo. Nell’antichità i cavalli hanno giocato un ruolo fondamentale nella cultura locale.
Nel pomeriggio tre ore di auto per raggiungere il lago Issyk-Kul, il secondo lago alpino più grande al mondo dopo il lago Titicaca in Sud America, con i suoi 182 km di lunghezza per 58 km di larghezza. In estate la temperatura dell'acqua raggiunge i 25-28 gradi centigradi (più caldi dell'aria) e vi si può nuotare. Pernottamento in hotel sulla riva del lago.

Lago Issyk-Kul

5° giorno, 13 giugno: KARAKOL TOWN
La mattina si dirige verso il sito di Petroglyphs di Cholpon-Ata, il tempio all'aria aperta di sciiti e civiltà Hungsuns risalente al 9 secolo a.C. La zona si trova ai piedi del crinale Kungey Alatoo con una splendida vista su tutto il lago. Il sito racchiude la storia locale e etnografia del luogo.
Dopo le escursioni si può fare un'ora di crociera in barca sul lago per ammirarne le acque cristalline. Nel pomeriggio si prosegue verso Karakol, situata all'est della zona del lago, ai piedi delle montagne più pittoresche di Tien Shan. Questa vecchia città russa è stata eretta dai cosacchi nel XIX secolo e fu un importante insediamento di guarnigioni. Durante il tragitto visita al museo di N. M. Przhevalski, l'esploratore russo del continente asiatico. All'arrivo a Karakol sistemazione in hotel. Dopo una breve pausa si visita la moschea di Dungan, una costruzione unica in stile cinese, ma che funge da moschea. Visita ad un'antica cattedrale ortodossa russa di legno senza chiodi. Pernottamento nella pensione.

Moschea di Dungan, una costruzione unica in stile cinese

6° giorno, 14 giugno: KARAKOL
In mattinata trasferimento a Djety Oguz, gola pittoresca con formazioni di sabbia rossa rocciose coperte di boschi di abeti del Tien Shan. Durante il viaggio si visiteranno alcune yurts delle famiglie nomadi locali. Nel tardo pomeriggio si può assistere ad una prestazione di uccelli da caccia su una delle piste di montagna. La sera si torna a Karakol. Pernottamento in hotel.

Djety Oguz

7° giorno, 15 giugno: KOCHKOR
Trasferimento al villaggio di Kochkor, lungo la sponda meridionale del lago Issyk Kul. Nell’area ci sono anche i canyon di Skazka, costituiti da argilla pietrificata; vista pittoresca con il lago di Issyk Kul scuro in background. Nel pomeriggio si giunge nel villaggio di Kochkor dove si può osservare la produzione di tappeti ed altri oggetti artigianali. Pernottamento in un soggiorno di famiglia in Kochkor.

Produzione di tappeti a KOCHKOR

8° giorno, 16 giugno: TASH RABAT CARAVANSERAI
Al mattino trasferimento in auto a Naryn, città sul bellissimo Pass Dolon (3 mila metri sul livello del mare). Si attraversano paesaggi lussureggianti nella valle di Bashi, che è circondata dal At Bashi Range. In una delle gole del crinale è nascosto Tash Rabat, un caravanserraglio del XIV secolo, un edificio di forma quadrato che aveva la funzione di ospitare le carovane in sosta. All'arrivo sistemazione in un campo di yurte. Nel pomeriggio dopo l'escursione a Tash Rabat si può cavalcare su cavalli o fare escursioni nella Kara Koyum Gorge. Pernottamento in campo yurt.

9° giorno, 17 giugno: LAGO SON KUL
Al mattino trasferimento nell'area del secondo lago più grande del Kirghizistan, il Son Kul, dove la popolazione locale vive nella semplicità tradizionale. Si passerà del tempo con le famiglie amichevoli del Kyrgyz, assaporando il loro airan fresco (yogurt) e kumis (una bevanda nazionale fermentata dal latte di mare). All'arrivo sistemazione presso il campo yurt; tempo libero. Sarà possibile, per chi lo desidera, fare delle escursioni, anche a cavallo, per esplorare la zona e godere dei paesaggi pacifici e pittoreschi. Pernottamento in yurta.

Kirghizistan, campo yurt a Son Kul

10° giorno, 18 giugno: BISHKEK
Trasferimento dal Lago Son Kul a Bishkek. Attraversando il cuore dell'Asia Centrale (circa 350 km), si vedranno le testimonianze della vita dei nomadi dei Kirghizistan; lungo la strada si attraverseranno gole affascinanti e valli favolose, racchiuse da tutti i lati dalle cime innevate dei Monti Tien Shan. Durante la cena possibilità di ascoltare un musicista tradizionale, il Manaschi, e vedere la mostra popolare Kyrgyz. I musicisti, dai costumi tradizionali del Kyrgyz, presentano una vasta gamma di strumenti musicali nazionali, partendo da Komuz (uno strumento musicale in legno a tre corde) a Chopo Choi (strumento a vento in canna da montagna). Pernottamento in albergo.

11° giorno, martedì 19 giugno: BISHKEK - ROMA
In mattinata trasferimento all'aeroporto internazionale "Manas" per il volo di rientro. Arrivo in serata.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: € 1.750,00

Supplemento camera singola: € 320,00
Tasse APT: € 310,00

LA QUOTA COMPRENDE:
Volo Turkish Airlines A/R in classe Y, franchigia bagaglio Kg 20; tour come da programma in minivan da 9/18 posti; sistemazione in hotels migliori disponibili, guest house e tende yurte 2/4 posti con servizi comuni esterni; trattamento di pensione completa dal pranzo del 2° giorno alla cena del penultimo giorno. Assistenza di guida parlante italiano e di nostro incaricato. Assicurazione sanitaria/bagaglio.

LA QUOTA NON COMPRENDE:
Tasse APT, visto consolare, assicurazione rinuncia, facchinaggi, facoltative, mance, bevande, extra in genere, tutto quanto non indicato in “La quota comprende”.

Assistenza tecnica: Yanez viaggi

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

Associazione DLF Perugia

Piazza Vittorio Veneto int. area FS snc 06100 Perugia (PG)
Tel. e fax 075 5056499
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
web www.dlfperugia.it