Argentina: dall'Iguazù alla Patagonia

Viaggi all'estero
Grandezza Carattere

Due settimane, dal 18 al 31 marzo 2018, per andare alla scoperta dell'Argentina: da Buenos Aires, moderna metropoli, centro culturale e finanziario delle Americhe, alla Patagonia, che conserva luoghi tra i più incontaminati del pianeta. Un viaggio, un'esplorazione e una scoperta che rimarranno per sempre nella memoria del turista.

Un itinerario completo che percorre le aree più affascinanti del territorio argentino e della Patagonia. Si arriva a Buenos Aires, capitale del Tango, una metropoli cosmopolita, ricca di cultura, colori e sapori. In volo si raggiunge Trelew, per visitare la Penisola di Valdés con le grandi colonie di pinguini, leoni marini, elefanti marini e le balene del Golfo Nuevo. La meta successiva è Ushuaia, affascinante capitale della Terra del Fuoco, la città più australe del mondo, con la navigazione del Canale di Beagle e la visita del Parco di Lapataia. Si prosegue per El Calafate, con la visita del Ghiacciaio Perito Moreno ed il Parco Nazionale Los Glaciares. Infine le cascate di Iguazù, meravigliose sia dalla parte argentina che da quella brasiliana, uno spettacolo naturale imperdibile.

PROGRAMMA DI VIAGGIO

1° giorno, domenica 18 marzo: VERONA - BUENOS AIRES
Partenza dall’Italia con volo di linea intercontinentale per Buenos Aires. Pasti e pernottamento a bordo.

2° giorno, 19 marzo: BUENOS AIRES
Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel. Pomeriggio dedicato alla visita della zona intorno alla Casa Rosada, della Plaza de Mayo, di San Telmo (dove si svolge il mercato antiquario) e del quartiere portuale de la Boca. Pernottamento.
I nostri clienti potranno usufruire gratuitamente del “Early check-in”, quindi avranno la possibilità di accedere alla camera fin dal primo mattino, e avranno la colazione a buffet inclusa.

3° giorno, 20 marzo: BUENOS AIRES - TRELEW - PUERTO MADRYN
Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza con volo per Trelew (circa 2 ore) Arrivo, trasferimento a Puerto Madryn e sistemazione in hotel. Resto del pomeriggio libero. Pernottamento. La cittadina di Puerto Madryn è adagiata lungo le coste che si affacciano sul Golfo Nuevo, fu fondata dai gallesi nel 1886 ed è un ottima base per esplorare la Penisola. Si consiglia la visita del Museo de Ciencias Naturales y Oceanografico ospitato in un antico edificio della città che offre una spettacolare vista della città e del golfo.


4° giorno, 21 marzo: PUERTO MADRYN - PENISOLA VALDES - PINGUINERA SAN LORENZO - PUERTO MADRYN
Prima colazione. Giornata dedicata alla scoperta della Penisola Valdes e alla pinguinera San Lorenzo. Pranzo all’Estancia San Lorenzo. Pernottamento. La Penisola di Valdés, un promontorio sabbioso collegato alla terraferma da un istmo di 35 km, rappresenta una delle più importanti riserve marine del pianeta. Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO è formata da due insenature naturali che forniscono rifugio per una fauna selvatica di tutti i tipi. La penisola ospita inoltre numerose colonie di leoni marini, elefanti marini e pinguini Magellano.

5° giorno, 22 marzo: PUERTO MADRYN - TRELEW - USHUAIA
Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza con volo per Ushuaia (circa 1 ora di volo). Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel. Pernottamento. Ushuaia, la città più australe del mondo, nascosta tra le montagne Cerro Martial e Monte Olivia. La zona era abitata inizialmente dagli Indios Ona, mentre i primi europei a raggiungere il territorio furono i marinai della spedizione di Ferdinando Magellano nel 1520 che, osservando i grandi fuochi accesi dagli indigeni nominarono appunto la zona “Terra del Fuoco”. La città si sviluppa lungo la collina fino ad arrivare sulle sponde del Canale di Beagle ed è un ottima base per esplorare la bellezza selvaggia del Parco Nazionale della Terra del Fuoco.

6° giorno, 23 marzo: USHUAIA
Prima colazione. Mattinata dedicata all’escursione al Parco Nazionale di Lapataia. Nel pomeriggio navigazione lungo il Canale di Beagle. Pernottamento. Il Parco Nazionale Terra del Fuoco, si trova a circa 12 Km da Ushuaia e protegge 630 chilometri quadrati di montagne frastagliate con boschi subantartici, foreste di faggio e tundra ed è l’habitat di volpi rosse, guanaco, castori, anatre, oche, falchi e molte specie di uccelli tra cui il picchio di Magellano. Si estende lungo la frontiera del Cile tra la Sierra Beauvoir ed il Canale di Beagle e ospita la Bahía Ensenada, il Lago Roca, la Bahia di Lapataia e la laguna Verde. Le esplorazioni lungo il canale offrono buone opportunità di osservare cormorani, leoni marini, delfini, i grandi albatros e procellarie.

7° giorno, 24 marzo: USHUAIA - EL CALAFATE
Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza con volo per El Calafate (circa 1 ora di volo). Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel. Pernottamento. Il luogo un tempo era un semplice punto di ristoro durante i viaggi tra un estancia e l’altra della Patagonia mentre oggi El Calafate è una piacevole cittadina turistica, ottimo punto di partenza per la visita del ghiacciaio Perito Moreno e del settore meridionale del Parco Nazionale Los Glaciares. Nelle vicinanze si trova l’interessante Glaciarium, il museo del ghiaccio. Le sale permettono di immergersi nel mondo affascinante della glaciologia e di conoscere l’esplorazione di una delle più incredibili aree del continente, mentre nel sottosuolo il GlacioBar, invita ad assaporare un freschissimo drink.

8° giorno, 25 marzo: EL CALAFATE - PERITO MORENO - EL CALAFATE
Prima colazione. Giornata dedicata all’escursione al ghiacciaio Perito Moreno (circa 80 km). Pernottamento. Il Perito Moreno è una massa immensa di ghiaccio che cade a picco sul Lago Argentino, con un fronte che si estende per cinque chilometri in larghezza e pareti che si innalzano fino a sessanta metri sopra le acque, nascondendosi per altri duecento sotto il livello del lago. Il ghiacciaio è uno dei pochi al mondo ancora in espansione ed è caratterizzato dalle continue rotture di torri ghiacciate che si staccano dal fronte e si schiantano nelle acque del lago risuonando come colpi di cannone nel silenzio del Parco. Sorprende la meravigliosa varietà di colori del ghiaccio che vanno dal bianco come la neve, al rame con venature di grigio all’incredibile blu profondo. Lo spettacolo è stupefacente: una enorme lingua di ghiaccio che si fa strada tra le montagne, l’azzurro del lago argentino, i lastroni di ghiaccio che vagano solitari ed il volo silenzioso di qualche condor.

9° giorno, 26 marzo: EL CALAFATE
Prima colazione. Giornata libera. Pernottamento. Si consiglia la navigazione sulle gelide acque del Lago Argentino raggiungendo l'Estancia Cristina. Imbarco a Puerto Bandera e navigazione lungo il braccio Nord del Lago Argentino.

10° giorno, 27 marzo: EL CALAFATE - BUENOS AIRES
Prima colazione. Mattinata libera. Trasferimento in aeroporto e partenza con volo per Buenos Aires (circa 2 ore). Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel. Pernottamento nell’elegante quartiere della Recoleta dove poter vivere in autonomia e tranquillità la vera atmosfera di Buenos Aires.

11° giorno, 28 marzo: BUENOS AIRES - PUERTO IGUAZÚ
Prima colazione e disponibilità della camera a fino alle ore 16. Trasferimento in aeroporto e partenza con volo di linea per Puerto Iguazù (circa 2 ore). Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel. Pernottamento. Iguazù, che significa nella lingua delle popolazione indigene “grande acqua”, è un'area al confine col Brasile, nota per il suo parco naturale contenente cascate tra le più spettacolari del pianeta: i primi europei ad incontrare le cascate furono i membri di una spedizione spagnola nel 1542 e oggi sono una delle maggiori attrazioni dell’America Latina. Il Parco Nazionale di Iguazù, dichiarato patrimonio Naturale dell’Umanità dall’Unesco, è una delle meraviglie naturali del pianeta. Le cascate si estendono in un territorio al confine tra Argentina, Brasile e Paraguay e sono circondate da una rigogliosa giungla, habitat di numerose specie di uccelli, farfalle e mammiferi. La visita delle cascate è un incredibile spettacolo del fiume che si tuffa da un anfiteatro semicircolare formando 275 salti che si possono ammirare dalle passerelle e dai belvedere da varie angolazioni. Assolutamente da non perdere la visita della Garganta del Diablo dove la forza dell’acqua crea una nube di vapore iridescente.

12° giorno, 29 marzo: PUERTO IGUAZÚ
Prima colazione. Intera giornata di visita delle cascate dal versante Argentino. Pernottamento. Uno dei punti più impressionanti dell'intero parco è la Garganta del Diablo: una piattaforma panoramica da dove ammirare la potenza dell’acqua che si precipita con un boato incredibile per 70 metri.

13° giorno, 30 marzo: PUERTO IGUAZÚ - BUENOS AIRES
Prima colazione. Mattinata dedicata alla visita delle cascate dal lato Brasiliano. Trasferimento all’aeroporto di Puerto Iguazù e partenza con volo per Buenos Aires. Arrivo, cambio di aeromobile e proseguimento con volo di linea intercontinentale per l’Italia. Pasti e pernottamento a bordo.

14° giorno, 31 marzo: ITALIA
Arrivo in Italia e fine del viaggio.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: € 3.740,00

Supplemento camera singola: € 870,00

 Hotel 4 stelle (o di pari categoria):

  • Kenton a Buenos Aires 
  • Penisula a Puerto Madryn 
  • Loc Acebos ad Ushuaia 
  • Rochester a El Calafate 
  • Grand Recoleta a Buenos Aires 
  • Mercure a Puerto Iguazù

LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE COMPRENDE:
voli intercontinentali Verona/Roma/Buenos Aires a/r in classe economica; voli interni previsti in programma (franchigia bagaglio 20 kg, salvo eccezioni indicate nei documenti di viaggio); hotel menzionati o, se non disponibili altri della stessa categoria, su base camera doppia standard (due letti singoli, il letto matrimoniale non è mai garantito); trattamento indicato nel programma; trasferimenti, visite ed escursioni collettive con guide locali in Italiano, spagnolo/inglese durante le navigazioni fino a 9 partecipanti. (A El Calafate, Ushuaia i trasferimenti sono previsti solo autista e a Trelew con guida spagnolo/inglese. A partire da 10 con servizio privato e guida in italiano tranne durante la navigazione del Canale di Beagle. A Buenos Aires sempre privati con guida parlante italiano); tasse d’ingresso ai Parchi; assicurazione per l’assistenza medica, il rimpatrio sanitario ed il danneggiamento al bagaglio; polizza Viaggi rischio zero; gadget previsti e documentazione informativa; spese di iscrizione.

LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE NON COMPRENDE:
tasse aeroportuali da inserire nel biglietto (circa € 535, da riconfermare in fase di emissione); tasse aeroportuali dei voli interni (eccetto Trelew, Ushuaia da pagare in loco); tassa municipale a Puerto Iguazù di 25 pesos per persona, per notte da pagare in contanti in hotel (si consiglia di portare con sé la ricevuta perché potrebbe essere richiesta durante la permanenza nella zona); l’escursione per l’avvistamento delle balene; late check-out Iguacu; treno la “Fin del Mundo” nel Parco Nazionale Terra del Fuoco; polizza a copertura delle penali d’annullamento del viaggio; bevande, gli extra di carattere personale, eccedenza bagaglio; escursioni facoltative e tutto ciò non evidenziato nella voce "la quota comprende".

Organizzazione tecnica: Altrevie

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

Associazione DLF Verona

Via XX Settembre 17, 37100 Verona (VR)
Tel. 045 596703 Fax 045 596975
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
web www.dlfverona.it