Roma Tiburtina

Stazioni
Grandezza Carattere

Roma TiburtinaE’ la prima delle nuove stazioni del Sistema AV ad essere completata e inaugurata, a novembre 2011. Oltre al ruolo di terminal passeggeri per le linee veloci (nazionali e internazionali), la nuova stazione diventerà un nodo fondamentale di scambio tra la rete viaria urbana e i collegamenti su ferro e gomma: tre direttrici regionali, l’attuale linea della metropolitana B, il collegamento con l’Aeroporto internazionale Leonardo da Vinci (Fiumicino) e il trasporto pubblico di superficie su gomma.

La nuova stazione è caratterizzata da una grande galleria vetrata sopraelevata (larga 60 m, lunga 300 m e alta 11 m) che si sviluppa al di sopra del fascio dei binari. All’interno della galleria, sono collocati otto grandi volumi sospesi che ospitano uffici, sale riunioni, ristoranti e servizi commerciali. Sul lato sud della galleria sono collocate le sale d’attesa, e le attività di servizio al viaggiatore, collegate con scale mobili alle banchine sottostanti.

Sul lato opposto della galleria sono invece distribuiti gli spazi commerciali, che contribuiscono a caratterizzare il corpo centrale della stazione come un lungo viale coperto, dove si passa per prendere il treno, ma anche per fare shopping, o per raggiungere a piedi la zona di Pietralata o Nomentana.

Integrati con la nuova stazione, nuove strade e parcheggi, aree verdi e piazze, piste ciclabile, poli direzionali, centri commerciali e alberghi. Un parco a Ovest ridisegnerà lo spazio pubblico di Piazzale delle Crociate, mentre il contesto urbano migliorerà con la Nuova Circonvallazione Interna: lunga circa 3 km, collegherà Batteria Nomentana allo svincolo della A24, spostando il percorso della vecchia tangenziale Est sul lato Pietralata. La nuova viabilità, realizzata da Rete Ferroviaria Italiana per conto di Roma Capitale, sarà ultimata entro i primi mesi del 2012.

Le nuove stazioni italiane: