21esima Settimana Nazionale dell'Escursionismo CAI

Sport e Eventi
Grandezza Carattere

Verbania, venerdì 14 giugno 2019 -  Nell'ambito della 21esima edizione della Settimana Nazionale dell'Escursionismo, in corso di svolgimento in questi giorni in Val Grande, è in programma il concerto "Armonie tra le montagne", che vedrà esibirsi i Cori CAI - SEO Domodossola e CAI Sondrio. L’esibizione corale si terrà venerdì 14 giugno alle 21 a Verbania, presso il Teatro Maggiore. L’ingresso è libero.

Sarà anche l'occasione per celebrare il 150° della fondazione della Sezione CAI Domodossola, che fa parte dell’Intersezionale Est Monterosa, già appartenente alle prime "succursali" dell'associazione e storicamente definite "Le Rosine".

«Per noi le coralità sono soprattutto un modo di comunicare la storia delle nostre genti e delle nostre radici, alla quale dobbiamo continuare ad attingere», spiega Gabriele Bianchi, presidente del Centro Nazionale Coralità CAI. «Ma sono anche uno strumento capace di trasmettere in modo immediato la conoscenza del territorio e l'amore e il rispetto verso la terra, valori fondamentali da tramandare alle nuove generazioni».

Il Centro Nazionale Coralità è stato istituito nel 2014 per valorizzare e promuovere la conoscenza del patrimonio musicale di cui sono depositari i gruppi corali delle Sezioni CAI. Attualmente raggruppa 77 cori distribuiti in 17 regioni italiane, tra questi 38 sono composti da uomini, 37 misti e infine 2 sono i cori femminili.

«Tra queste coralità, per il concerto di Verbania ne sono state scelte due di grande valore: il Coro S.E.O Domodossola è uno dei più antichi, la sezione CAI infatti è nata nel 1869, e venerdì porteranno la cultura corale delle loro vallate», spiega Bianchi. «E infine il Coro della Sezione CAI Valtellinese di Sondrio porterà un repertorio diversificato anche con canti del Sud Africa e della Bosnia Erzegovina».

Il Concerto "Armonie tra le Montagne" vuole essere dunque un evento culturale che attraverserà la storia dei popoli e insieme un'occasione di conoscenza per tutti i partecipanti.

L’ingresso è libero.


Verbania, 8 giugno 2019 - VAL GRANDE, inaugurata la 21esima edizione della SETTIMANA NAZIONALE dell'ESCURSIONISMO del CLUB ALPINO ITALIANO. Il Meeting nazionale dei sentieri e il convegno "Il Sentiero Italia come spina dorsale del catasto nazionale dei Sentieri" hanno aperto la prima giornata, 8 giugno, nel teatro Maggiore di Verbania. Proseguirà fino al 16 giugno in un'edizione ricca di appuntamenti.

A cominciare da quelli di sabato 8 giugno, iniziati alle ore 10, come "Il Meeting nazionale sui sentieri" e “Il Sentiero Italia come spina dorsale del Catasto Nazionale dei Sentieri", che hanno suscitato grande interesse da parte dei partecipanti. In una sala del teatro gremita per tutta la giornata. All'inaugurazione, il Presidente Generale, Vincenzo Torti, e il Presidente Gruppo CAI Piemonte, Daniela Formica.

E' complesso il lavoro per riuscire a organizzare e a gestire una rete estesa di percorsi e sentieri. Ma la pianificazione, la segnaletica, la sua manutenzione e infine la promozione sono le linee guida per portarlo a compimento. E grazie al lavoro svolto dalla Sosec, Struttura Operativa Sentieri e Cartografia, e dai soci CAI di tutte le sezioni d’Italia. «La conoscenza del territorio è un punto cardine per la strutturazione e mappatura della rete sentieristica», spiega il Vice presidente generale del CAI Antonio Montani.
«Stiamo continuando ad armonizzare i tracciati e i percorsi dell'infrastruttura Sentiero Italia CAI. Tutte le tappe devono essere omogenee per lunghezza e livello di difficoltà. E' prezioso il lavoro svolto finora con le sezioni», aggiunge Alessandro Geri, referente generale per il progetto di ripristino del Sentiero Italia CAI.

Ha preso il via nel pomeriggio l'inaugurazione della Settimana nazionale dell'Escursionismo, alla presenza del Presidente generale CAI Vincenzo Torti e di Daniela Formica, Presidente del Gruppo regionale CAI Piemonte. «Verbania ha avviato il processo di annessione di parte del suo territorio al Parco nazionale della Val Grande», annuncia il Presidente del Parco Massimo Bocci.

«Una notizia - aggiunge il Presidente Vincenzo Torti - che significa quanto si è fatto in termini di cultura in questi anni. Il fatto che la Settimana nazionale dell'Escursionismo si svolga quest'anno nella cosiddetta area wilderness più grande di Europa, vuol dire che la cultura della frequentazione intelligente della montagna - portata avanti dal CAI - si sposa perfettamente con quella del Parco», spiega Torti.
«Non dobbiamo banalizzare la montagna: non va considerata come un museo e non va aggredita. La Settimana nazionale dell'Escursionismo è un'esperienza culturale che darà vitalità al Parco della Val Grande», conclude il Presidente generale Torti.

Non mancano i ringraziamenti ai volontari, agli amministratori pubblici e agli organizzatori. «L'escursionismo è l'attività prevalente dei nostri soci - aggiunge infine Daniela Formica, Presidente del Gruppo CAI Piemonte. "Un'attività che permette di acquisire un bagaglio culturale dell'ambiente e consente una pratica consapevole anche dell'alpinismo».

Decine sono le escursioni in programma, oltre alle cicloescursioni (nell'ambito della Settimana, dal 13 al 16 giugno, si terrà infatti il 12° Raduno Nazionale Cicloescursionismo del CAI). "Abbiamo ideato diversi tipi di passeggiate: dalle più semplici per i principianti, a quelle più impegnative e di più giorni", commenta Bruno Migliorati, coordinatore delle Sezioni Est Monte Rosa del Sodalizio, che curano l'evento. "Siamo pronti ad accogliere con entusiasmo i partecipanti da tutta Italia, sia per le escursioni a piedi, che per quelle in mountainbike".

"La Settimana Nazionale dell'Escursionismo che verrà ospitata nel Parco Nazionale della Val Grande, oltre ad offrire la possibilità di incontrare una montagna capace di trasmettere emozioni forti, pone il sigillo su un anno particolare, quale quello dedicato al turismo lento, nell'ambio del quale la nostra Commissione Centrale Escursionismo e la Struttura Operativa Sentieri e Cartografia hanno dato un contributo decisivo alla realizzazione di quel Sentiero Italia CAI che, da qui in poi, è destinato a diventare il punto di riferimento dei futuri incontri nazionali", spiega Vincenzo Torti.

Domenica 9 giugno, si è svolta la 7a edizione dell'appuntamento annuale "In cammino nei Parchi": si tratta di un evento diffuso, organizzato da CAI e Federparchi, in contemporanea in 15 regioni italiane. 64 sono state le escursioni organizzate nelle aree protette di tutta Italia, aperte ai soci CAI ma anche a famiglie, giovani e a tutti gli amanti della montagna, in luoghi di elevato interesse ambientale e anche culturale (siti archeologici, borghi, santuari).

E sarà proprio il Parco Nazionale della Val Grande, nell'ambito della Settimana Nazionale dell'Escursionismo, a ospitare l'appuntamento principale: oltre alle escursioni in programma, domenica 9 giugno alle ore 21 è previsto, infatti, presso il Castello di Vogogna, un incontro pubblico di riflessione sulle positive ricadute del camminare negli ambienti naturali, in libertà e sicurezza.

 

"La nostra proposta è che le escursioni inizino dai paesi, che sono i luoghi di accesso per la montagna. Un'accoglienza che si trasferisce poi nei rifugi, presidio naturale del territorio", afferma Filippo di Donato, Presidente della Commissione Centrale Tutela Ambiente Montano, che sarà presente a Vogogna insieme a Massimo Bocci, Presidente del Parco Val Grande. "E' fondamentale per il CAI che la frequentazione della montagna si coniughi con la tutela dell'ambiente. Sentieri per conoscere non è solo lo slogan dell'evento, ma anche l'obiettivo che ci sta più a cuore: significa Conoscere per Amare e quindi Amare per Tutelare", prosegue Di Donato.
La lotta all'inquinamento è infatti uno dei capisaldi portati avanti dal Club alpino italiano, insieme alla tutela delle biodiversità, non solo delle specie animali ma anche di quella agroalimentare, con la promozione dei prodotti a km 0. "Il nostro obiettivo è promuovere escursioni che siano fattibili tutto l'anno anche da giovani e famiglie, così da sensibilizzarli al mondo della montagna, dei sentieri e soprattutto alla loro tutela", conclude Filippo Di Donato.

 

INFORMAZIONI

Ufficio stampa Club Alpino Italiano

Luca Calzolari - Responsabile Ufficio Stampa CAI
mob. +39 335 43 2870 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Stefano Mandelli - Addetto Stampa CAI
mob. +39 338 6958339 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
tel. + 390518490100

Lorenzo Arduini - Addetto Stampa CAI
mob +39 3664912550 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
tel. + 390518490100

Cervelli In Azione - Bologna