In ricordo del 16 ottobre 1943

Solidarietà e Servizi
Grandezza Carattere

Roma, mercoledì 19 ottobre 2016 - Come ogni anno il Dopolavoro Ferroviario di Roma ricorda il dramma della deportazione degli ebrei romani avvenuta il 16 ottobre del 1943 e l’esempio di tutti quei ferrovieri che si batterono oltre 70 anni fa contro la dittatura fascista. Il 16 ottobre del 1943 ben 1259 ebrei romani - razziati dalle SS tedesche - furono prelevati a forza ed avviati al campo di sterminio di Auschwitz.

Imprigionati all’interno di un convoglio di 18 carri bestiame, partito da questa stazione ferroviaria, 207 bambini, 363 uomini e 689 donne conclusero la loro esistenza nei forni crematori e non tornarono più alle loro case.

Alle ore 10.30 di mercoledì 19 ottobre 2016, gli studenti di tre istituti del II Municipio di Roma: Giulio Cesare, Cristo Re e Istituto Comprensivo Esopo di Via Volsinio, sono venuti alla Stazione Tiburtina, il luogo fisico da cui il 18 ottobre del 1943 partirono i 28 carri bestiame che portarono gli ebrei romani nei campi di sterminio nazisti. Hanno incontrato, dialogando con loro, Nando Tagliacozzo, scampato alla deportazione della sua famiglia di cui furono presi quattro componenti, e Eugenio Iafrate, vice presidente dell'ANED, l'associazione degli ex deportati.
Al termine dell'incontro, gli studenti si sono recati al binario uno della Stazione Tiburtina dove hanno deposto una corona di alloro alla targa che riporta la deportazione degli Ebrei romani.

Nel pomeriggio, si è svolta una seconda manifestazione con la partecipazione di tanti viaggiatori che, ascoltando le note del brano Exodus eseguito dalla Banda del DLF Roma, si sono fermati per sentire il racconto della razzia degli Ebrei romani fatto dalle voci di Ilaria Patamia e Ivan Costantini.

Il Coro "Scambio Armonico" ha eseguito "Yerushalaym shel zahav", il canto che viene considerato una specie di secondo inno di Israele, tratto dalla colonna sonora del film "Schindler's list".
La commemorazione è stata chiusa dagli interventi di Aldo Pavia (ANED) e Fabrizio De Sanctis (ANPI).

INFORMAZIONI

Associazione DLF Roma

Via Bari 22, 00161 ROMA (RM)
Tel. 06 44180210 Fax 06 44180213
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
web www.dlfroma.it
Facebook: DLF Roma