“L’amico del popolo”, 28 gennaio 2017

L'amico del popolo
Grandezza Carattere

“L’amico del popolo”, spazio politico di idee libere, di arte e di spettacolo. Una nuova rubrica ospiterà il giornale quotidiano dell’amico veronese Ugo Brusaporco, destinato a coloro che hanno a cuore la cultura. Un po’ per celia e un po’ per non morir...

Un film al giorno

LA VIEILLE DAME INDIGNE (Una vecchia signora indegna, Francia, 1965) di René Allio. Sceneggiatura René Allio, con la collaborazione di Gérard Pollican dal racconto breve di Bertolt Brecht, Fotografia: Denys Clerval. Musica: Jean Ferrat. Montaggio: Sophie Coussein. Con: Etienne Bierry, Louise Sylvie, Malka Ribowska, Victor Lanoux.

Rimasta vedova all'età di settanta anni la signora Berthe Bertini rifiuta l'ospitalità offertale dai suoi cinque figli, tutti sposati, e decide di trascorrere per proprio conto gli ultimi anni della sua vita. Alla vecchia signora, che ha avuto un'esistenza dura di lavoro e di sacrificio, si offre finalmente l'occasione di guardarsi intorno e di cogliere aspetti della realtà che le erano fino allora sconosciuti. Aggregatasi ad un gruppo di buontemponi, ella mostra di apprezzare a tal punto la loro filosofia spensierata e ridanciana da sperperare in breve tempo buona parte delle sue sostanze in ogni sorta di piacevole svago ...

“Care donne, care mogli e care madri che siete invecchiate intorno ai fornelli e all’acquaio, affaticate e sbiadite dai rammendi e dai bucati, Una Vecchia Signora Indegna vi tocca una per una; va a cercarvi nelle campagne e nei sobborghi, e viene a consolarvi con l’esempio rivoluzionario di Berta, una di voi, che soltanto alla morte del marito a settanta anni acquista la libertà” (Giovanni Grazzini)

René Allio, regista e scenografo teatrale e cinematografico francese, nato a Marsiglia l'8 marzo 1924 e morto a Parigi il 27 marzo 1995, racconta la storia di una vecchia donna che dopo sessant’anni di servitù matrimoniale e borghese, si gode diciotto mesi di libertà. Già il fatto di aver eletto a protagonista una vecchia, è insolito. Infatti, i protagonisti sono sempre o quasi sempre giovani e questo perché nel protagonista la vitalità del tema ha bisogno della vitalità propria dell’età per trovare piena espressione. E i protagonisti vecchi? Ebbene i protagonisti vecchi sono di solito, sotto apparenze anziane, anche loro dei giovani.

LA VIEILLE DAME INDIGNE (Una vecchia signora indegna, Francia, 1965) di René Allio

 

Una Poesia al giorno

“Scoglio”, di Knut Hamsun, Premio Nobel norvegese

La barca scivola leggera
Verso lo scoglio,
un’isola di mare
di rive listate di verde.
Fiori selvatici crescono qui per
Nessuno in particolare
Si levano sconosciuti
e mi guardano approdare.
Il mio cuore diventa come
un giardino favoloso
con fiori simili a
quelli che saluto.
Si parlano,
e sussurrano stranamente,
con cenni e sorrisi
come in un incontro di bambini.
Forse molto prima che io
Sia esistito qui
come bianca spirea
di primo sboccio.
Riconosco ora
Quella fragranza lontana,
e fremo un poco
nella rimembranza.
Serro le palpebre,
un lontano ricordo
verso di me
la mente attira.
La notte s’abbuia
Sull’isola
Solo il mare muggisce –
Il paradiso ruggisce.

 

Un fatto al giorno

28 gennaio 1887, iniziano a Parigi i lavori per la tour Eiffel. Nel 1910 Padre Theodor Wulf decise di prendere alcune misure di radiazioni sia alla sommità che ai piedi della torre, scoprendone sulla sommità più di quanto previsto. Scoprì in questo modo i raggi cosmici.

 

Una frase al giorno

“Il cuore umano ha una spiacevole tendenza a chiamare destino soltanto ciò che lo schiaccia. Ma anche la felicità, a modo suo, è senza ragione, poiché è inevitabile”.

(Albert Camus)

 

INFORMAZIONI

Ugo Brusaporco

e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
web www.brusaporco.org