LO SCOGLIO DELL’ALBATROS

Cultura e Spettacolo
Grandezza Carattere

Genova, da venerdì 14 dicembre 2018 - Al via il 14 dicembre l’innovativa kermesse che vuole essere un approdo e un punto di partenza per la vita socioculturale della vallata, soprattutto dopo il crollo del ponte Morandi, creando sinergia tra associazioni e comitati del territorio. Tra gli ospiti, Eyal Lerner, Zerocalcare, il “cucinosofo” Sergio Rossi, e tanti altri.

Progetto per un centro socioculturale in Valpolcevera

Dall’ambiente alla storia, dall’arte ai viaggi, dalla cucina alle escursioni, passando per altri argomenti di stringente attualità, adatti a un pubblico di tutte le età, sempre con un occhio di riguardo nei confronti del territorio genovese, delle sue specificità e delle sue tradizioni: prende il via venerdì 14 dicembre 2018 la prima edizione de “Lo Scoglio dell’Albatros”, progetto per un centro socioculturale in Valpolcevera, kermesse ideata dal Dopolavoro Ferroviario di Genova in collaborazione con Artesulcammino.

Più di 40 appuntamenti adatti a un pubblico di tutte le età previsti per questo ambizioso progetto che vuole riqualificare la periferia valpolceverasca tramite la cultura, mettendo in rete associazioni e comitati del territorio: tra i protagonisti che arriveranno presso la sede del DLF in Via Roggerone, a Rivarolo, il musicista Eyal Lerner, il fumettista Zerocalcare, gli artisti del Conservatorio di Milano, il “cucinosofo” Sergio Rossi. Solo per citarne alcuni.

Il primo appuntamento: “Genova Macaia”

Si inizia venerdì 14 dicembre alle ore 20.45 nella sede del DLF Genova in Via Roggerone 8 con la presentazione di “Genova Macaia”, libro di Simone Pieranni, edito da Laterza. Un emozionante viaggio da ponente a levante, tra storia, fantasia, quartieri genovesi (iniziando con la Valpolcevera), e i loro protagonisti. Un libro speciale, che inizia con la descrizione di Bolzaneto e della vallata. Un testo nel quale tutti coloro che sono nati e hanno vissuto in Valpolcevera ritrovano un pezzo di se stessi. Sarà presente l’autore.

Simone Pieranni, laureato in Scienze Politiche, nel 2009 ha fondato China Files, agenzia editoriale con sede a Pechino che collabora con media italiani con reportage e articoli sulla Cina. Dal 2006 al 2014 ha vissuto in Cina, scrivendo per media italiani e internazionali. Dal 2014 lavora alla redazione esteri del Manifesto. Assieme a Giada Messetti, è autore del podcast sulla Cina Risciò, prodotto da Piano P.
È autore di Brand Tibet (Derive Approdi, 2010), Cina Globale (Manifestolibri, 2017) e del romanzo Genova Macaia (Laterza, 2017).

Si prosegue con “La mia Russia”

Il secondo appuntamento confermato si terrà martedì 18 dicembre alle 20,45 - sempre nella sede del DLF in Via Roggerone 8 - con la presentazione de “La mia Russia”, libro di Giorgio Temporelli e Angelo Poggio, edito da Liberodiscrivere. Il libro racconta il viaggio da Genova Pra’ a Mosca, sulla scia dell’amore di un adolescente per la Russia, con esperienze giovanili di viaggi in Unione Sovietica tra curiosità e testimonianze. Saranno presenti gli autori.

Giorgio Temporelli, laureato in Fisica, dalla metà degli anni novanta si occupa professionalmente di tematiche riguardanti le acque destinate all'alimentazione. Come divulgatore scientifico è autore/coautore di oltre 60 articoli tecnici, di 15 libri, dell’enciclopedia “La Conoscenza dell’Acqua” in 10 volumi ed ha partecipato a oltre 130 interventi come conferenziere.

Angelo Poggio è nato a Genova nel 1956. Laureato in Lettere, coltiva da sempre la passione per il Romanzo dell’Ottocento. Ha scritto un saggio su Charles Dickens: I colori delle anime. Viaggio attraverso i personaggi di Charles Dickens, 2001, e i romanzi: I Tubisti, 1999; La Grande Maria, 2014; Ciao Christina. Storia di un dialogo impossibile, Cordero editore, 2016.

Cos’è “Lo Scoglio dell’Albatros”

Dall’estate 2018 il Dopolavoro Ferroviario di Genova ha trasferito la sua sede nei locali di Via Roggerone 8, a Rivarolo, in prossimità del Cinema Albatros, acquisendo spazi adatti a una nuova programmazione di eventi e proposte culturali, ricreative e sportive da offrire al territorio della media e alta Valpolcevera, i cui problemi socio ambientali sono stati amplificati dal recente crollo del ponte Morandi.
L’obiettivo vuole essere offrire a tutte le associazioni e realtà già operanti sul territorio un contenitore ove proporre le proprie attività, nella convinzione che grazie al dialogo e alla conoscenza reciproca sarà possibile riqualificare la “periferia”.
Nonostante gli evidenti problemi della periferia valpolceverasca, esistono anche infiniti fermenti di crescita e di integrità sociale. A questi ultimi il Dopolavoro e Artesulcammino vogliono dare forza, affinché si possano sviluppare ulteriormente. Un vero e proprio “scoglio”, dunque, un approdo e un punto di partenza per la Valpolcevera.

ZerocalcareIl progetto “Lo Scoglio dell’Albatros” prevede una serie di iniziative - incontri con esperti, laboratori, proiezioni, corsi, presentazioni di libri e molto altro - incentrate su diverse tematiche di interesse: dall’ambiente (con un occhio di riguardo nei confronti della Valpolcevera) alla storia, dall’arte ai viaggi, dalle buone pratiche alla cucina, passando per la salute e altri argomenti di stringente attualità, adatti a un pubblico di tutte le età.

I protagonisti di questi momenti di scambio culturale - previsti tra l’autunno 2018 e l’autunno 2019 - saranno gli stessi cittadini che potranno mettersi alla prova con laboratori, corsi e attività interattive. L’obiettivo è stimolare l’interesse e favorire la massima partecipazione con una serie di iniziative a cui prenderanno parte esperti conosciuti a livello nazionale e internazionale (dal musicista Eyal Lerner al fumettista Zerocalcare, passando per gli artisti del Conservatorio di Milano e il “cucinosofo” Sergio Rossi, insieme a molti altri) e che andranno a toccare diversi temi, per una kermesse originale, del tutto innovativa per la vallata.

Gli eventi sono raggruppati in diverse aree tematiche che strizzano sempre l’occhio al territorio genovese, con le sue tradizioni e specificità: tra queste aree, spiccano “Come era verde la mia valle - Valpolcevera e dintorni”, “Terra, acqua, aria, fuoco - Scienza, ambiente, natura e territorio”, “Dai ricordi alla storia - Conservare la memoria”, “8 arti e anche di più”, “Cambiare il mondo si può - Esempi di buone pratiche individuali e collettive”, “Il mondo in cucina”, “Scaffali aperti”, “Stare bene fa bene”, “Lo sguardo oltre l’orizzonte”.

Eyal Lerner

Per consultare il calendario completo degli appuntamenti, man mano che verranno definite le date:

INFORMAZIONI

Associazione DLF Genova

Via Roggerone 8, 16159 Genova (GE)
Tel. 010 7408331 Tel. e fax 010 7451627
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
web www.superbadlf.it
Facebook Dopolavoro Ferroviario Genova