Museo della Bilancia

Convenzioni Nazionali
Grandezza Carattere

Il Museo della Bilancia nasce nel 1989 dalla volontà del Comune di Campogalliano di far sorgere, sul territorio che dal lontano 1860 produce bilance, un museo dedicato a questo strumento che ha accompagnato la vita dell'uomo e garantito l'equità negli scambi commerciali al punto da diventare simbolo di giustizia umana e divina.

Museo della BilanciaIl Museo della Bilancia, unico di questo genere in Italia, ospita una ricca biblioteca specializzata oltre a raccogliere oltre 6000 reperti (provenienti anche da donazioni di Enti e privati) tra strumenti per pesare, documenti, stampe e riproduzioni fotografiche. Documenta la storia della pesatura e della misura dall'epoca medioevale ai giorni nostri: bilance, bascule, stadere e un ricco patrimonio documentario costituito da manifesti, cataloghi, stampe originali e riproduzioni fotografiche di materiali d'epoca.


EVENTI 2019

EVENTI 2018

EVENTI 2017

EVENTI 2016

EVENTI 2014

EVENTI 2013


Campogalliano: Città della Bilancia

Il Museo si inserisce direttamente nella realtà del territorio, di cui è al contempo memoria storica e centro propulsore per la conoscenza storica, tecnica e scientifica. Da qui è breve il passo che porta al coinvolgimento dell'intero tessuto connettivo urbano, tanto da sollecitare la denominazione di Campogalliano: Città della Bilancia, come il visitatore potrà leggere nel saluto di benvenuto all'ingresso del paese.

Quadreria

Una nuova sezione ospiterà, tra strumenti di misura di ogni tipo, come in una quadreria antica, dipinti di proprietà del nostro Museo, frutto di donazioni o sponsorizzazioni raccolte negli anni da singoli o aziende che riconoscono il valore della cultura e condividono l’operato della nostra istituzione.
Una piccola raccolta che nasce in seconda battuta rispetto alla collezione strumentale, e che viene portata avanti seguendo un unico filo conduttore: i soggetti con tema bilancia.

L’intento della nuova sezione non è certo raccontare l’evoluzione degli stili pittorici o ripercorrere le tappe della storia dell’arte, quanto piuttosto suscitare stupore e curiosità con un abbinamento insolito ma solo a prima vista improbabile, che combina la visione strumentale e tecnologica della bilancia con la sua dimensione artistica.
L’allestimento ospita un’opera del Seicento emiliano lombardo, in cui è forte la lezione caravaggesca sul chiaroscuro, alla quale vengono affiancate le colorate icone pop del contemporaneo Lodola, senza tralasciare dipinti otto e novecenteschi, copie antiche di dipinti famosi e diverse nature morte.

macellazione tradizionale del suino, la PcarìaLa Mora Romagnola
Una sezione del museo è dedicata alle bilance da macelleria e qui è possibile ammirare le fotografie di Giorgio Giliberti tratte dal libro La Mora Romagnola: una splendida avventura. Una serie di scatti che racconta la macellazione tradizionale del suino, la Pcarìa, “fatta di esperienza di uomini un po’ rudi ma veri e capaci, di gesti sapienti, a volte violenti, a volte delicatissimi” (dalla presentazione di Antonella Anderlini).

Il volume “La Mora Romagnola” è visionabile e scaricabile all’url: www.gilibertifotografia.it

Come raggiungerci

Il Museo si trova nel cuore del centro cittadino di Campogalliano, situato tra Modena, Carpi e Reggio Emilia all’innesto delle autostrade del Sole (A1) e del Brennero (A22).

  • In auto: uscire al casello di Campogalliano, sull'Autostrada del Brennero (A22).
  • In treno: raggiungere le vicine stazioni di Carpi o Modena, poi tramite mezzi pubblici.
  • Tramite mezzi pubblici: il collegamento con Modena, Carpi e Correggio è garantito da ATCM.

Museo della BilanciaINFORMAZIONI

Museo della Bilancia

Via Garibaldi 34/A, 41011 Campogalliano (Modena)
Tel. +39 059 527133 Fax +39 059 527084
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
web www.museodellabilancia.it